Manutenzione
Evacuatori di fumo e calore

PERCHÉ É NECESSARIO

EFFETTUARE LA MANUTENZIONE

Gli interventi di manutenzione di Sistemi di Evacuazione di Fumo e Calore devono essere svolti secondo quanto stabilito dalla norma UNI 9494 – 3 “Sistemi per il controllo di fumo e calore – Parte 3: Controllo iniziale e manutenzione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore ”
La manutenzione degli ENFC può essere svolta dall’azienda produttrice o da una azienda specializzata.

Ogni Sistema di Evacuazione Naturale di Fumo e Calore deve essere corredato da un progetto esecutivo, dal manuale di uso e manutenzione delle singole parti che forniscono i produttori dei materiali e dal manuale di uso e manutenzione del Sistema che deve predisporre l’installatore o gli installatori ai sensi del DM 20 dicembre 2012.

Guarda il video qui accanto per saperne di più sulla manutenzione obbligatoria.

Norma UNI 9494

LE FASI DELLA
MANUTENZIONE

Per mantenere efficiente un Sistema di Evacuazione Naturale
di Fumo e Calore secondo la norma UNI 9494-3.

CONTROLLO INIZIALE DEL SISTEMA

Controllo effettuato per verificare la completa e corretta funzionalità delle apparecchiature e delle connessioni e la positiva corrispondenza con i documenti del progetto esecutivo. Il controllo iniziale viene svolto alla consegna di un sistema nuovo o modificato e al momento della presa in carico di un sistema per la manutenzione.

MANUTENZIONE ORDINARIA

Operazione che si attua in loco, con strumenti ed attrezzi di uso corrente. Essa si limita a riparazioni di lieve entità, bisognevoli unicamente di minuterie e comporta l’impiego di materiali di consumo di uso corrente o la sostituzione di parti di modesto valore espressamente previste. Un intervento di manutenzione ordinaria può essere previsto dal manuale del sistema e/o dei componenti del sistema e/o per il ripristino di stati di anomalia di lieve entità.

MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Intervento di manutenzione che non può essere eseguita in loco o che, pur essendo eseguita in loco, richiede mezzi di particolare importanza oppure attrezzature o strumentazioni particolari o che comporti sostituzioni di intere parti di impianto o la completa revisione o sostituzione di apparecchi per i quali non sia possibile o conveniente la riparazione. Un intervento di Manutenzione Straordinaria può essere previsto nel caso di necessità di ripristino di stati di anomalia o di guasto di particolare importanza.

PROVA FUNZIONALE DEL SISTEMA

Da effettuare ogni 4 anni

Dopo aver effettuato le verifiche e le prove sui singoli componenti verificare la funzionalità dell’intero sistema con il corretto e coerente funzionamento di ogni suo componente rispetto ad un ciclo di attivazione definito in progetto. La prova è eseguita a rotazione su una percentuale del sistema che garantisca che tutto il sistema sia verificato nell’arco di 4 anni. La corretta attivazione dei componenti può essere verificata dal quadro, se previsto, oppure con un controllo diretto sul componente.

MANUTENZIONE EVACUATORE FUMO - CALORE
MENOFUMO ORIZZONTALE

MANUTENZIONE ORDINARIA

MANUTENZIONE STRAORDINARIA

MANUTENZIONE EVACUATORE FUMO - CALORE
MENOFUMO VERTICALE

MANUTENZIONE ORDINARIA

MANUTENZIONE STRAORDINARIA

I Sistemi di evacuazione naturali di fumo e calore (ENFC) sono regolamentati dalle normative:
• Decreto Ministeriale del 10 Marzo 1998
• Decreto Ministeriale del 20 Dicembre 2012
• Normativa italiana UNI 9494 -1 e 9494 – 3
• Normative europee UNI EN 12101-2

La legge stabilisce l’obbligatorietà della sorveglianza e del mantenimento in efficienza di tutte le misure di protezione antincendio previste attraverso controlli almeno semestrali.

Le norme sono un riferimento per l’applicazione dei Decreti Ministeriali per quanto riguarda i controlli e la manutenzione sui sistemi antincendio. La norma UNI 9494- 3 descrive le procedure per il controllo iniziale, la sorveglianza e il controllo periodico, la manutenzione dei ENFC. Tra cui:
1) Il controllo deve essere eseguito almeno ogni 6 mesi
2) Il controllo deve essere eseguito sul intero sistema e non solo i
componenti individuali
3) L’utilizzatore deve mettere a disposizione la documentazione della
progettazione dell’impianto
4) La manutenzione deve essere eseguito dai tecnici specializzati

RICHIEDI
MANUTENZIONE

Nome
E-mail
Provincia
Messaggio
Accetto l'informativa sulla privacy